Vai ai contenuti
Calcolosi renale e alimentazione
Marispharma
Pubblicato da Dott.ssa Manuela Di Lauro in Salute e Benessere · 25 Giugno 2021

Calcolosi renale e alimentazione

____________

La calcolosi renale può essere descritta semplicemente come la presenza di formazioni solide, di diversa origine, al livello delle vie urinarie. Si tratta di un disturbo piuttosto comune, ne soffre circa il 5-10% degli italiani, ed ha una prevalenza nettamente superiore negli uomini rispetto alle donne. Quali sono i fattori di rischio di insorgenza dei calcoli renali? Come si manifesta la calcolosi renale? Quale dieta seguire in caso di calcoli renali?
   
I calcoli renali sono delle aggregazioni di sostanze normalmente presenti nelle urine, che, in alcune situazioni, precipitano e formano dei “sassolini” al livello delle vie urinarie. I calcoli renali possono avere diversa origine, i più comuni sono quelli di fosfato di calcio e quelli di acido urico. Nella maggior parte dei casi, la calcolosi renale è asintomatica e viene diagnosticata solo a seguito di una ecografia. La principale manifestazione clinica è rappresentata dalla colica renale caratterizzata da un dolore violento e continuo, ma che, nella maggior parte dei casi, tende a limitarsi da solo.


Quali sono le cause dei calcoli renali?

   
I principali fattori di rischio che concorrono alla formazione dei calcoli renali sono rappresentati dalle scorrette abitudini alimentari e dello stile di vita, tipico dei paesi occidentali, e dalla familiarità, ossia la predisposizione genetica. Inoltre, un aumentato rischio di insorgenza della calcolosi renale è osservato in presenza di comorbidità quali sovrappeso, obesità, ipertensione arteriosa, diabete mellito e sindrome metabolica, suggerendo che tutti questi fattori potrebbero concorrere alla formazione dei calcoli renali.
   
Il trattamento della calcolosi renale è strettamente dipendente dalle dimensioni, dalla localizzazione e dalla tipologia del calcolo. Qualsiasi sia l’origine dei calcoli renali, la terapia ha come principale obiettivo quello di prevenire l’accrescimento e la nuova formazione, tipica delle recidive, dei calcoli renali. Il rimedio meno invasivo è rappresentato dalla modifica delle abitudini alimentari e dello stile di vita. Una dieta ricca di sale, zuccheri semplici, grassi e proteine animali facilita la formazione dei calcoli renali.


   
In presenza di calcoli renali, le norme generali e la dieta da seguire sono:
 
§ Introdurre liquidi al fine di mantenere un volume urinario superiore a 2 litri al giorno;
 
§ Limitare l’utilizzo del sale da cucina ed eliminare dalla dieta cibi e pietanze eccessivamente salati;
 
§ Limitare l’apporto delle proteine di origine animale, preferendo dunque le fonti di origine vegetale;
 
§ Seguire una dieta a normale contenuto di calcio, non eliminare, dunque, il consumo di latte, yogurt e formaggi freschi;
 
§ Evitare il consumo di verdura e alimenti a più alto contenuto di ossalato (come spinaci, rabarbaro, bieta, verza, barbabietola, cacao e cioccolato, frutta secca)
 
§ Limitare il consumo di zuccheri semplici, colesterolo e grassi saturi, preferire, dunque, il consumo di carboidrati complessi e olio extravergine d’oliva come principale condimento;
 
§ Raggiungere e mantenere il peso corporeo ideale;
 
§ Praticare regolare attività fisica.
 
Se siamo in presenza di calcoli renali di acido urico, ulteriore indicazione della dieta è quella di eliminare gli alimenti ricchi di purine, come la cacciagione, le acciughe, le alici, le frattaglie e i crostacei.

SCRITTO DA:
Biologa Nutrizionista
 


Azienda Farmaceutica
Marispharma Srl                   
Sede legale via lago d'Iseo 2
03100 Frosinone
P.I.02457360606
Azienda Farmaceutica
Marispharma Srl                   
Sede legale via lago d'Iseo 2
03100 Frosinone
P.I.02457360606
Torna ai contenuti