Secondo i più recenti dati Istat “In Italia il 25% dei bambini e degli adolescenti è in eccesso di peso.” Stiamo parlando di 1 minore su 4! Si tratta, infatti, di circa 2 milioni e 130 mila bambini e adolescenti (dai 3 ai 17 anni) che in Italia di trovano in una condizione di sovrappeso o obesità.

Dalle statistiche sono emerse  forti differenze di genere, con una più ampia diffusione tra i maschi rispetto alle femmine (27,8% vs 22,4%), e differenze geografiche, con percentuali di sovrappeso particolarmente elevate nelle regioni meridionali della nostra penisola.

 

Come si può intervenire?

 

  • Ricordati sempre che i comportamenti alimentari si apprendono in famiglia! Comportamenti poco salutari dei genitori possono, infatti, influenzare profondamente quelli dei figli.I bambini e i ragazzi che vivono in famiglie in cui almeno uno dei genitori è in eccesso di peso tendono ad essere anche loro in sovrappeso o obesi. Occorre quindi da genitore stimolare i ragazzi ad un corretto stile di vita, sia per quanto riguarda l’alimentazione sia per quanto riguarda l’attività fisica, iniziando a praticare buone norme comportamentali prima di tutto su se stessi! I bambini ed i ragazzi tendono, infatti, ad “assorbire” tutto quello che li circonda, sia nel bene che nel male. In questa fascia di età i genitori vengono presi come dei veri e propri “modelli” da imitare!

 

  • Limitare il consumo di snack salati, bibite gassate e merendine ipercaloriche! Il consumo quotidiano di tali prodotti è largamente ed eccessivamente diffuso in questa fascia della popolazione. Si tratta spesso di prodotti ad alto contenuto di zuccheri e grassi che possono facilmente portare ad una condizione di sovrappeso che può rapidamente sfociare in obesità. Opta dunque per Snack più salutari (come frutta, yogurt, pane e marmellata senza zuccheri aggiunti, dolci fatti in casa) e limitare il consumo di merendine e prodotti confezionati.

 

  • Stimolare i ragazzi alla pratica sportiva! In Italia quasi 2 milioni di bambini e ragazzi non praticano sport né attività fisica. L’attività sportiva può rappresentare un importante momento di svago e divertimento, favorisce la socializzazione e la comunicazione con i propri coetanei ed è importante per mantenere i ragazzi sempre attivi e ridurre così la sedentarietà.

 

  • Incentivare il consumo di frutta e verdura fresca e di stagione! Secondo le recenti statistiche, solo circa 1 ragazzo su 10 consuma le cinque porzioni di frutta e/o verdura consigliate ogni giorno. È possibile incentivare tale consumo anche attraverso l’utilizzo di macedonie, frullati e centrifughe o  anche  con l’utilizzo di preparazioni più appetibili come polpette e hamburger di verdura.

 

Le abitudini alimentari apprese durante le prime fasi di vita influenzeranno profondamente la vita adulta. Educare i nostri ragazzi ad un corretto stile di vita è dunque di fondamentale importanza per formare adulti sani e felici. Si tratta di un vero e proprio investimento per la loro salute!

 

Dott.ssa Di Lauro Manuela

Laureata in Scienze Biologiche e Scienze della Nutrizione Umana

Attualmente Ricercatrice presso il Policlinico dell’ Università degli studi di Roma Tor Vergata