A tutti piace viaggiare, ma vi siete mai chiesti quanto inquina un aereo? E un treno? Recentemente le persone sono tornate a scendere in piazza per sottolineare quanto sia importante intervenire per combattere l’inquinamento, per ridurre le emissioni e sempre più persone decidono di viaggiare in maniera ecosostenibile. Ma viaggiare rispettando l’ambiente non riguarda solo i mezzi di trasporto, cercando quindi di ridurre le emissioni, ma anche aspetti culturali e sociali, consiste nel lasciare un impatto positivo nei luoghi che visitiamo e assicurarsi di non avere conseguenze negative sull’ambiente che andiamo ad osservare, vivere. Oggi numerosi sono i tour operator che si occupano di Ecoturismo cercando di coniugare la nostra voglia di viaggiare con il rispetto per l’ambiente.

 

Impatto ambientale del turismo

In Europa il turismo rappresenta la quarta fonte di inquinamento, non va meglio nel resto del Mondo. Si stima che il traffico aereo da solo sia responsabile del 2% dell’emissioni totali di CO2 (dati forniti da Air Transport Action Group), niente se paragonato con i dati relativi al trasporto automobilistico, infatti la percentuale si aggira intorno al 72%. Alcune volte evitare mezzi di trasporto inquinanti non è possibile, ma quando abbiamo un’alternativa a disposizione perché non sceglierla? Ad esempio utilizzare tram, treni o condividere la macchina può rappresentare un modo più green di muoversi. Sempre riguardo i treni, la classe economica rappresenta il modo più sostenibile di viaggiare utilizzando tale mezzo in quanto tali carrozze tendono sempre ad avere una maggiore densità di posti e quindi presentano minori emissioni per persona. Ancora, è possibile scegliere le compagnie aeree anche in base alle loro emissioni perché, ad esempio, l’ Atmosfair Airline Index ha stilato una classifica delle stesse proprio in base al loro impatto ambientale.

viaggisostenibili_marispharma

Viaggiare sostenibile, alcuni consigli

Viaggiare in maniera sostenibile non significa però preoccuparsi solo dei mezzi di trasporto, ma anche di altri fattori come la scelta della struttura dove alloggiare, i cibi da consumare ecc… Quando organizziamo un viaggio cerchiamo di affidarci a tour operator che si occupano di Ecoturismo, essi infatti organizzano soggiorni che cercano di rispondere alla domanda sempre più alta di viaggi eco-responsabili; cerchiamo di consumare meno plastica, anche mediante borracce in alluminio che potrete riempire in hotel prima di uscire, alle fontanelle pubbliche oppure comperare una bottiglia da 2L da suddividere tra i membri della comitiva così avrete utilizzato una bottiglietta invece che 4. Riguardo l’igiene personale è possibile comperare spazzolini biodegradabili, in hotel non cambiare gli asciugamani giornalmente o sprecare acqua inutilmente per lavarsi, se non lo fate a casa perché adottare tale abitudine in un hotel? Sempre in hotel ricordiamo di spegnere le luci e l’aria condizionata quando usciamo evitando così di sprecare grandi quantità di energia e di risorse soprattutto nei Paesi in via di sviluppo.

E’ possibile effettuare viaggi sostenibili anche scegliendo strutture ricettive eco-friendly, che siano costruite con materiali a basso impatto ambientale, che provvedano a produrre energia e acqua calda autonomamente mediante pannelli solari, che utilizzino alimenti a Km0. Non gettate rifiuti per terra, spesso il cestino si trova dietro l’angolo. Anche il tipo di attività da voler svolgere può risultare decisiva nella lotta all’inquinamento, scegliamo quindi un museo, il quale ha un bassissimo impatto ambientale rispetto ad un giro su un motoscafo. Queste sono alcune delle scelte che possiamo fare per rendere i nostri viaggi sostenibili e soprattutto non lasciate tracce, a parte quelle sulla spiaggia!